Antinquinamento è molto più di una parola quando parliamo di bellezza. Esistono fortunatamente diversi modi per prevenire i danni che la pelle subisce ogni giorno.

Gli scienziati stimano che i fattori ambientali siano i responsabili dei primi segni d'invecchiamento. I cattivi nemici chiamati radicali liberi, fanno il loro sporco lavoro, lasciando la pelle meno soda e radiosa giorno dopo giorno, sono i responsabili del cambiamento del colorito, della comparsa di irritazioni e di arrossamenti. Con il tempo causano la formazione delle prime rughe e linee sottili. La comparsa di questi fattori ha purtroppo molto a che fare con l'ambiente in cui viviamo.

COME PRESERVARE UNA PELLE SANA IN UN AMBIENTE INQUINATO

Le vie respiratorie e l'apparato respiratorio sono i primi a subire i danni causati dall’inquinamento atmosferico. La pelle è il più grande organo del corpo umano, una barriera naturale tra l'ambiente e l'organismo. Ogni giorno è colpita da migliaia di inquinanti atmosferici presenti nell’atmosfera colpevoli di generare i radicali liberi che inducono lo stress ossidativo e causano la degradazione del collagene e l'accelerazione dei segni d'invecchiamento. È stato dimostrato che le particelle di polvere contenenti metalli pesanti aumentano l'espressione dei segnali infiammatori della pelle, scatenando una catena di reazioni infiammatorie. L'inquinamento attiva i recettori che svolgono un ruolo nella melanogenesi, con conseguente irregolarità del tono della pelle, ad es. la formazione di macchie scure. L'esposizione agli inquinanti altera la microflora della pelle, che a sua volta può contribuire allo sviluppo di vari disturbi della pelle, come ad esempio l'acne.

I metalli pesanti presentano anche dei rischi per la salute a causa del bio-accumulo che si genera sulla pelle diminuendo le difese immunitarie intrinseche. L'esposizione agli inquinanti atmosferici è associata all’invecchiamento prematuro, alla formazione di macchie scure, alle eruzioni cutanee e all’eczema. L'inquinamento può anche peggiorare alcune condizioni della pelle, come la dermatite atopica e l'acne.

FLAWLESS SKIN IN A TOXIC ATMOSPHERE, MADARA COSMETICS
POLLUTION AFFECTS SKIN, MADARA COSMETICS

STRATEGIE PER SALVARE LA PELLE

Quattro fasi di difesa: impara a proteggere la pelle dagli inquinanti tossici.

DETERSIONE

Il primo e più semplice passo è una corretta pulizia della pelle per rimuovere le micro-polveri, i metalli pesanti e le sostanze chimiche che si depositate su di essa. Utilizzare detergenti schiumogeni può essere utile per purificare a fondo la pelle.

MASCHERE PURIFICANTI

Una pulizia antinquinamento profonda può essere eseguita applicando delle maschere detossinanti contenenti ingredienti in grado di assorbire o legare gli agenti inquinanti. Le proprietà chelanti di alcuni ingredienti legano i metalli pesanti presenti sulla superficie della pelle, impedendo loro di penetrare a fondo e causare danni. Diversi estratti di piante posseggono proprietà chelanti. Il fango del lago del Nord (sapropelico) contiene alte concentrazioni di acidi umici che legano i metalli pesanti, proteggendo la pelle dai loro impatti negativi. Gli ingredienti utilizzati con potenti proprietà di assorbimento includono il carbone attivo e l’argilla. Alcune forme di ingredienti chelanti possono anche essere incorporate in formulazioni da lasciare agire sulla pelle, ad esempio gli estratti di alcune piante possono essere compatibili con le creme.

POLLUTION AFFECTS SKIN, MADARA COSMETICS

SKINCARE ROUTINE ANTIOXIDANT

Un altro modo per limitare i danni causati dall’inquinamento è utilizzare prodotti con proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti riducono la formazione dei radicali liberi neutralizzando quelli già esistenti. I prodotti antiossidanti rafforzano la difesa delle cellule, rendendo la pelle più forte e resistente all'invecchiamento cutaneo. Le piante sono la fonte principale di una vasta gamma di antiossidanti i cui benefici sono descritti anche nella letteratura scientifica. Tra gli antiossidanti altamente attivi c'è l'estratto di alchemilla (Alchemilla vulgaris) che è in grado di neutralizzare fino al 90% dei radicali liberi, l’estratto di tè verde e molti altri. Non è raro che l'efficacia degli antiossidanti derivati dalle piante superi quella degli antiossidanti generati sinteticamente. Ad esempio, un estratto di piante arboree (legno di quercia, semi d'uva, tè verde) supera di 18 volte l'efficacia dell'antiossidante sintetico BHT comunemente usato.

BARRIERA PROTETTIVA

Il quarto approccio all'antinquinamento consiste nel proteggere la pelle dagli aggressori ambientali creando una barriera contro l'inquinamento da CO2, dall’ozono e dal fumo di sigaretta. Questo gesto è molto importante se si vogliono evitare i primi segni d'invecchiamento precoce. La formazione di un film uniforme, ma traspirante, sulla superficie della pelle aiuta a mantenere all’esterno le sostanze nocive. Sono disponibili vari ingredienti filmogeni di origine naturale (come le cere, i polisaccaridi, l’acido ialuronico ad alto peso molecolare) o sintetica (ad esempio i siliconi).