Pianificare un matrimonio ti porta all’interno di un turbinio di emozioni, oscillando dalla felicità alla tristezza in appena un secondo. Come si fa a passare attraverso queste fasi e mantenere un equilibrio tra momenti di gioia e momenti di buio? Leggete questa storia stimolante.

Questa non è una normale storia di matrimonio. Invece di assumere un'agenzia matrimoniale o mettere tutti i doveri sulle spalle del miglior amico/a, Madara e Aivars decisero di organizzare tutto da soli. "Volevamo che si divertissero anche i nostri cari. Abbiamo sentito numerose storie che raccontavano che spesso un matrimonio, per la famiglia, sembra meno simile a una celebrazione piena di amore e gioia e più simile a una maratona stressante, non importa quanto accuratamente si prepari in anticipo ", ammette Madara.

LA BUSSOLA INTERIORE

"Il matrimonio dovrebbe essere una riflessione della coppia. Due persone, due personalità diverse legano le loro vite insieme, come una famiglia. Quella riflessione dovrebbe essere il concetto principale di questo bellissimo evento.

Per me i sentimenti e le sensazioni sono molto importanti. Guardando in giro le varie location avevo capito che questi posti sarebbero stati adatti per un evento di una notte, ma non per il mio matrimonio. Non volevo sentire la sensazione, la mattina dopo, di quando metà degli ospiti se ne sono già andati e l'altra metà ha intenzione di andarsene … Come quando devi buttare via tutte le decorazioni e imballare gli avanzi che nessuno ha mangiato.

Per salvarci da questa sensazione e mettere in primo piano solo le emozioni importanti, abbiamo deciso di costruire una terrazza nel nostro cortile. La nostra casa è circondata da una foresta, con alberi di pino che crescono nel giardino, quindi sembrava il posto perfetto.

È triste vedere appassire i fiori tagliati, quindi abbiamo chiesto agli ospiti di regalarci solo fiori in vaso. Abbiamo anche deciso di decorare il posto con piante prese dal giardino di mia suocera; lei è bravissima a far crescere tutto rigoglioso e fiorente."

GLI OUTFIT

"Le nostre personalità e lo stile di vita dettano anche il nostro stile. Mio marito di solito indossa giacche e vestiti perciò è così che io e tutti gli altri lo vediamo tutti i giorni. Quindi, quando siamo andati alle prove, tutti i vestiti sembravano troppo normali. Questo è il motivo per cui abbiamo scelto qualcosa di più originale - un abito informale e diverso, che non aveva nel suo armadio.

In quel momento era chiaro che nemmeno il mio vestito sarebbe stato classico. Quando stavo provando vari abiti, dai più classici, ai più semplici, con il pizzo e con tante decorazioni, mi sembrava di essere sulla copertina di una rivista (bellissima per una sessione fotografica ma non per il mio matrimonio) mi sentivo come una ragazza al compleanno (troppo scontata e già vista prima). Non mi vedevo in nessuno di loro. Avevo avvertito mio marito che avrei potuto scegliere colori brillanti per il mio vestito: all'inizio era scettico, ma sapeva chi stava sposando, quindi si è fidato della mia scelta: sarei tuttavia sembrata lo stesso una sposa."

FELICITÀ E DOLORE

"Prima dell'evento le nostre famiglie stavano sistemando, preparando e decorando insieme. Questo supporto ha funzionato esattamente come un’agenzia matrimoniale. Anche se abbiamo provato a pianificare e programmare tutto, qualcosa non ha funzionato come pensavamo e tutti quei piccoli dettagli che sono stati lasciati all'ultimo minuto si sono trasformati in una pila di compiti che siamo riusciti a malapena a gestire. Ma a quanto pare puoi superare qualsiasi cosa quando hai in mente un bellissimo obiettivo.

Alcuni giorni prima del matrimonio, le condizioni di salute di mia nonna sono cambiate in modo critico. Era stabile prima del matrimonio, ma poco dopo è diventata il nostro angelo custode. Il giorno del matrimonio ho riflettuto di tutte le dure realtà della vita con mio padre, che mi ha poi accompagnata all'altare. Questa esperienza ha colpito tutti noi, facendoci capire che a volte una grande felicità può andare di pari passo ad un grande dolore."

CONSIGLI PRATICI DA MADARA

Le persone tendono a pensare che il fai-da-te sia più economico, ma non è vero. Preparare il cortile per la celebrazione e costruire la terrazza si rivelò almeno due volte più costoso rispetto a prenotare una location. Devi renderti conto che quando non prenoti un'agenzia, stai pagando con il tuo tempo e i tuoi nervi.

Siamo stati supportati dalle nostre famiglie, abbiamo pianificato tutto e la nostra idea di matrimonio era forte e chiara. Era basata sulla nostra conoscenza, sulle nostre esperienze e su di noi- stampare, progettare, ordinare sedie, tavoli, fiori non è stato facile. Se siete carenti in uno di questi temi vi consiglierei di assumere qualcuno che potrebbe gestirlo per voi, altrimenti la preparazione per la celebrazione potrebbe trasformarsi in un incubo.

È passato un anno dal nostro matrimonio e quando mi guardo indietro mi rendo conto che non cambierei nulla. Penso che questo significhi che tutto ha funzionato in perfetta armonia. Ogni coppia ha una visione diversa del matrimonio: assicurati di seguire la tua. Per evitare una delusione, mantieni i limiti di ciò che puoi fare o hai in mente.

Photos: Linda Lauva.