Autrice: Elza Birzniece | Tempo di lettura: 6 minuti

Elza Birzniece, MADARA Cosmetics

L’esfoliazione può essere uno dei passaggi più importanti della routine di skincare, eppure è spesso sottovalutata o comunicata con concetti sbagliati. Non lasciare che la combinazione di parole come peeling e chimico ti spaventino, l’esfoliazione se eseguita correttamente, è il segreto per mantenere una pelle sana e luminosa. Qui, la nostra esperta di estetica certificata Kitija parla delle diverse pratiche di esfoliazione.

Per una consulenza di bellezza gratuita, contatta i nostri esperti di skincare tramite WhatsApp o Messenger nei diversi profili italiani.

 

Cos’è esattamente
l’esfoliazione?

“L’esfoliazione favorisce la rimozione delle cellule morte dalla superficie della pelle, incentivando il rinnovamento cellulare e facendo emergere le cellule nuove sottostanti che sono più luminose” spiega Kitija. “Inoltre, aumenta l'efficacia degli altri prodotti per la cura della pelle, poiché senza lo strato di cellule morte possono penetrare più facilmente”.

Sebbene la maggior parte delle tipologie di pelle possa beneficiare dell’esfoliazione, bisogna porre attenzione all’intensità, poiché esagerare potrebbe rivelarsi controproducente. Esfoliare troppo spesso o utilizzare un esfoliante non adatto alla propria pelle potrebbe causare irritazioni, desquamazioni e arrossamenti.

 
 

Esfoliare
d’estate: si o no?

L’esfoliazione può e dev’essere fatta in estate: dopotutto, eliminare le cellule morte permette di abbronzarsi in modo più uniforme. Tuttavia, Kitija consiglia di procedere con cautela: “l’esfoliazione rende la pelle più vulnerabile, soprattutto all’esposizione al sole”. Esfolia solo di notte e applica sempre un solare con un alto fattore di protezione come MÁDARA SPF50 Plant Stem Cell Ultra-Shield Sunscreen per proteggere le cellule nuove dai danni del sole.

 

Esfoliazione
chimica vs meccanica

Ci sono due tipi di esfoliazione: chimica e meccanica.
Entrambe hanno lo stesso obiettivo, ma lavorano in modo diverso.

"Gli esfolianti chimici eliminano le cellule morte della pelle con l’utilizzo di acidi come AHA, PHA e BHA che stimolano il ricambio cellulare", spiega Kitija. Questo aiuta a ottenere un incarnato più luminoso, radioso e uniforme, come noi tutti desideriamo, migliorando l'idratazione della pelle e liberando i pori ostruiti. Se hai una pelle molto sensibile o non sei abituato ad usare agli acidi, Kitija suggerisce di iniziare a piccoli passi. Inizia introducendoli lentamente nella tua routine, e solamente in seguito utilizza ingredienti attivi più forti.

Altro tipo di esfoliazione è quella meccanica, che può essere eseguita con prodotti contenenti piccole particelle o con strumenti adatti a rimuovere fisicamente le cellule in superficie e lo sporco con movimenti delicati che aiutano anche a stimolare la circolazione. Tieni presente che l'esfoliazione meccanica deve essere eseguita solo su pelle integra e mai durante infiammazioni acute o sfoghi.

Fino a qui tutto chiaro?
Allora scopriamo i diversi tipi di esfolianti.

Gli AHA
(alfaidrossiacidi)

Gli AHA agiscono sulla superficie della pelle rimuovendo e dissolvendo le cellule morte per rivelare una pelle più liscia e luminosa; ideale per coloro che vogliono contrastare una pigmentazione irregolare o ottenere un tono più uniforme. Se pensi che gli AHA facciano per te scegli l’acido lattico, glicolico o mandelico.

Adatti a: tutti i tipi di pelle, in particolare quelle mature, stanche e spente. Non sono consigliati invece per pelli fragili e ipersensibili.

Prova: MÁDARA AHA Brightening Peel Mask, formulata con acido lattico, è un concentrato di luminosità che stimola il ricambio cellulare, illumina e dona vitalità alle pelli spente.

 
 

I BHA
(betaidrossiacidi)

Raggiungono la pelle più in profondità rispetto agli AHA, liberando i pori e rimuovendo l'accumulo di sebo. L'acido salicilico è il BHA più popolare, ideale per chi è soggetto a punti neri e pori dilatati.

Adatti a: tutti i tipi di pelle, in particolare la pelle grassa, congestionata, soggetta a imperfezioni.

Prova: il tonico esfoliante è perfetto per la pelle ispessita con pori ostruiti, MÁDARA Clarifying Toner contiene acido salicilico che purifica, riduce l’effetto lucido, la comparsa delle macchie e restringe i pori dilatati.

PHA
(poliidrossiacidi)

I PHA, come l'acido lattobionico e gluconico, possono essere considerati i cugini amichevoli degli AHA: funzionano allo stesso modo ma non penetrano così profondamente, fornendo una modalità di esfoliazione più delicata. I PHA vantano anche proprietà umettanti, nel senso che attirano l'acqua per idratare e ammorbidire la pelle.

Adatti a: tutti i tipi di pelle, in particolare la pelle sensibile.

Prova: MÁDARA Time Miracle Reface Sleep & Peel Overnight Serum con acido lattobionico che esfolia e supporta il processo di guarigione della pelle per farla ritornare sana, migliorando il tono, la consistenza e l'aspetto delle linee sottili.

 
 

Gli Scrub

Questi esfolianti meccanici eliminano efficacemente lo strato di cellule superficiali per rivelare una pelle più fresca e pulita. Negli scrub, gli ingredienti che fanno realmente la differenza sono minuscole particelle o granuli che effettuano l'azione esfoliante. Ma non esagerare: essere troppo aggressivi con lo scrub può irritare la pelle.

Adatti a: pelli normali, miste, grasse. Non adatti a pelli sensibili e/o problematiche.

Prova: l'alternativa perfetta agli scrub ruvidi e irritanti, MÁDARA Exfoliating Oil-to-Milk Scrub che contiene microsfere di cera naturale per detergere delicatamente e accelerare il rinnovamento cellulare epidermico. Arricchito con oli di albicocca e avena, la formula innovativa si trasforma in latte per un trattamento delicato ma efficace.

Ora scegli il tuo eroe e inizia ad esfoliare: la tua ricerca per un incarnato luminoso comincia ora!